mail unicampaniaunicampania webcerca

    Corso di Laurea Magistrale in Scienze e Tecnologie per l'Ambiente e Territorio

    Durata: 2 anni

    Classe: LM-75 - Scienze e tecnologie per l'ambiente e il territorio

    Tipo di accesso: accesso libero

    Presidente: Elio COPPOLA

    Consiglio di Corso di Studio

     

    Il Corso di Laurea magistrale in Scienze e Tecnologie per l'Ambiente e il Territorio forma una figura professionale con competenze specifiche per operare, in piena autonomia, nel settore della gestione e tutela dell'ambiente e del territorio. Il laureato magistrale in Scienze e Tecnologie per l'Ambiente e il Territorio ha, infatti, padronanza del metodo scientifico, consolidata conoscenza delle principali tematiche ambientali su scala territoriale, nazionale e internazionale, capacità di avvicinarsi alle problematiche ambientali con approccio multidisciplinare, avanzate conoscenze teorico-pratiche per l'analisi e gestione dell'ambiente e del territorio e percezione della struttura complessa, dinamica e interattiva del sistema ambiente. Il percorso formativo prevede corsi teorico-pratici su contenuti inerenti a discipline fisiche, chimiche, geologiche, pedologiche, biologiche, ecologiche, economico-valutative e ingegneristiche. Il corso ha durata biennale e prevede 12 esami di profitto, l'esame di laurea e un'attività di tirocinio, legata di norma alla preparazione della tesi di laurea, da svolgersi presso laboratori universitari, aziende o enti di ricerca operanti su tematiche ambientali. La tesi di laurea consiste in una ricerca scientifica originale ed è di tipo sperimentale di base e/o applicativo o di tipo bibliografico.

    Grazie alla sua formazione multi- e interdisciplinare, il laureato magistrale in Scienze e Tecnologie per l'Ambiente e il Territorio possiede gli strumenti cognitivi e la versatilità culturale necessari per intervenire sull'ambiente con approccio sistemico e per affrontare le specifiche problematiche del territorio. In particolare, la sua funzione in un contesto lavorativo in aziende, enti pubblici o privati, può consistere in:
    - utilizzare, adattare e sviluppare procedure e tecnologie per l'analisi, monitoraggio, gestione e protezione dell'ambiente naturale e antropizzato;
    - interagire con esperti e specialisti di settore, fungendo da interfaccia operativa fra essi e svolgendo un ruolo centrale di indirizzo e di coordinamento.

     

       Insegnamenti attivi nell'a.a. 2019/2020

    Competenze e sbocchi occupazionali

    competenze

    Il laureato magistrale in Scienze e Tecnologie per l'Ambiente e il Territorio è in grado di progettare, dirigere e realizzare:
    - interventi di analisi e monitoraggio ambientale;
    - procedure di certificazione di qualità ambientale;
    - procedure e studi di valutazione di impatto ambientale, valutazione ambientale strategica e valutazione di incidenza;
    - interventi di protezione, gestione e recupero delle risorse ambientali; 
    - processi di pianificazione e gestione territoriale nel contesto di modelli di sviluppo sostenibile, con particolare riferimento alla valorizzazione delle fonti energetiche rinnovabili;
    - procedure di gestione delle problematiche ambientali nelle industrie e nelle società di servizi, anche nell'ottica olistica dell'Autorizzazione Integrata Ambientale;
    - ricerche orientate allo sviluppo e implementazione di metodologie innovative per l'analisi, il monitoraggio, la valutazione e il recupero dell'ambiente e del territorio, anche in vista dell'accesso al ciclo universitario di terzo livello (es.: dottorato di ricerca);
    - attività di formazione avanzata, educazione e comunicazione ambientale.

    sbocco

    I laureati magistrali in Scienze e Tecnologie per l'Ambiente e il Territorio avranno competenze per svolgere attività professionale a livello direttivo nell'ambito di aziende ed enti pubblici e privati che operano nei seguenti settori:
    - tutela della salute e degli ecosistemi naturali e non;
    - monitoraggio, progettazione e pianificazione forestale, ambientale e paesaggistica;
    - controllo e gestione delle problematiche ambientali nelle industrie e nei servizi;
    - raccolta, trattamento e smaltimento dei rifiuti urbani e industriali;
    - analisi, monitoraggio e prevenzione dell'inquinamento;
    - caratterizzazione e bonifica di siti contaminati;
    - ricostituzione e ricomposizione ambientale;
    - certificazione di qualità ambientale e di gestione della sicurezza;
    - sviluppo e implementazione di metodologie innovative per l'analisi e il monitoraggio dell'ambiente;
    - valutazione di impatto ambientale;
    - valutazione ambientale strategica;
    - autorizzazione integrata ambientale;
    - valutazione di incidenza;
    - gestione scientifica di aree protette;
    - formazione avanzata, educazione e comunicazione ambientale.

    Il Corso di Laurea Magistrale in Scienze e Tecnologie per l'Ambiente e il Territorio consente di conseguire l'abilitazione alle seguenti professioni regolamentate:
    • biologo
    • dottore agronomo e dottore forestale
    • geologo
    • paesaggista

    Regolamenti didattici

    Il Regolamento Didattico del corso di studio disciplina tutte le attività formative del Corso di Studio, nel rispetto del Regolamento Didattico di Ateneo, emanato con D.R. n. 840/2013.

    Il Regolamento Didattico contiene gli obiettivi formativi specifici del Corso di Studio, l'elenco delle attività formative, per ciascuna delle quali sono indicati gli ambiti e i settori scientifico disciplinari di riferimento l’eventuale articolazione in moduli e il numero di crediti formativi universitari (cfu). I collegamenti ipertestuali alle attività didattiche del piano di studi consentono di conoscere i contenuti formativi della didattica programmata. Il Regolamento, inoltre, specifica i requisiti per l’ammissione al corso di studio, l'articolazione temporale del percorso formativo, le modalità di svolgimento del tutorato e del tirocinio, le disposizioni previste per l’esame finale e prevede particolari modalità organizzative per gli studenti che hanno optato per un impegno non a tempo pieno.

    Manifesti degli studi

    Il manifesto degli studi è il documento nel quale sono contenute l'offerta didattica del corso di studio per l'anno accademico in corso, i requisiti di ammissione e le modalità di accesso, il calendario delle attività didattiche e le modalità di assegnazione del tutor.

    Offerta formativa anni precedenti

     

     

    facebook logoinstagram buttonyoutube logotype