mail unicampaniaunicampania webcerca

    Corso di Laurea Magistrale in Biologia

    Durata: 2 anni

    Classe: LM-6 - Biologia

    Tipo di accesso: accesso libero

    Presidente: Marina ISIDORI

     

      Manifesto degli studi

      Orario delle lezioni  

      Calendario esami

      Sedute di laurea

     

    Sono previsti due percorsi formativi nelle aree della Biologia Sanitaria e delle Scienze Biomolecolari. In particolare, il percorso biosanitario comprende attività formative finalizzate alla conoscenza degli strumenti biochimici ed anatomo-fisiopatologici utili ad applicazioni nell'ambito della Biologia Umana; il percorso biomolecolare comprende attività formative finalizzate all'acquisizione di conoscenze avanzate delle basi sperimentali ed analitiche relative alla biochimica, genetica, biotecnologie cellulari e molecolari, impegnabili principalmente nel campo della ricerca ed in campo industriale. Il Corso di Laurea prevede 12 esami e lo svolgimento di una tesi di laurea di tipo sperimentale. Il laureato magistrale in Biologia potrà rivestire ruoli di elevata responsabilità da svolgere in autonomia in: attività di ricerca di base, nonché applicata ai campi biomedico, ambientale e biotecnologico, in istituti di ricerca pubblici e privati; attività professionali negli ambiti citologico, molecolare, della nutrizione, della riproduzione ed ecologico-ambientale legati alle applicazioni biologiche nei settori della sanità, della pubblica amministrazione e dell’industria; attività di programmazione di interventi a tutela degli organismi vegetali e animali, della biodiversità e dell’ambiente; attività di promozione ed innovazione scientifica e tecnologica e di divulgazione scientifica.

    funzioni

    Direzione di procedure analitiche; ricerca scientifica; insegnamento; consulenza nutrizionale; informazione scientifica.

    competenze

    Competenze biomolecolari, morfofunzionali ed ecologiche.

    sbocco

    Il laureato magistrale in Biologia potrà rivestire ruoli di elevata responsabilità da svolgere in autonomia in: attività di ricerca di base, nonché applicata ai campi biomedico, ambientale e biotecnologico, in istituti di ricerca pubblici e privati; attività professionali negli ambiti citologico, molecolare, della nutrizione, della riproduzione ed ecologico-ambientale legati alle applicazioni biologiche nei settori della sanità, della pubblica amministrazione e dell'industria; attività di programmazione di interventi a tutela degli organismi vegetali e animali, della biodiversità e dell'ambiente; attività di promozione ed innovazione scientifica e tecnologica e di divulgazione scientifica. Per molte di queste attività è richiesta l'iscrizione all'ordine professionale dei Biologi, previo superamento del relativo esame di stato (sezione A, Biologo Junior).

     

    facebook logogoogle plus logo buttonyoutube logotype